ITALIANI CADETTI: BELLA FIGURA DEI BIANCOVERDI, TRAINA VINCE ANCORA

Con i Campionati Italiani Cadetti si chiudono le rassegne nazionali su pista, che hanno visto i nostri biancoverdi viaggiare da nord a sud per contendere un podio tricolore. Gli italiani cadetti sono anche un’occasione per vestire la maglia della Toscana, rappresentativa che annualmente sfida tutte le altre regioni d’Italia come […]
Tags: , , , , , , ,
Print Friendly, PDF & Email

Con i Campionati Italiani Cadetti si chiudono le rassegne nazionali su pista, che hanno visto i nostri biancoverdi viaggiare da nord a sud per contendere un podio tricolore.
Gli italiani cadetti sono anche un’occasione per vestire la maglia della Toscana, rappresentativa che annualmente sfida tutte le altre regioni d’Italia come in una classica finale del CDS.
Sette i nostri portacolori alla volta di Forlì: Giada Traina, Andrea Franchini, Valentina Piserini, Lara Biagi, Giulia Bonomo, Manaseb Scotto ed Eleonora Parlanti.

Ad aprire le danze (e lo stadio) è stato Manaseb alle ore 9:00 di sabato con la prima prova dell’Esathlon: i 100hs.
Bella prova di Manaseb, che ha vinto la sua batteria nel nuovo PB di 14”65. Il percorso di Manaseb è proseguito attraverso il salto in alto, chiuso in 1,53m e quindi via verso il giavellotto, archiviato a ritmo di record personale: 36,95m.
La domenica di Scotto si è quindi delineata con: salto in lungo (5,48m), lancio del disco (22,44m) e 1000m (3’02”70) concludendo la sua prima esperienza ad un Campionato Italiano con 3585 punti, 70 oltre il suo vecchio primato personale, raggiungendo la nona posizione (primo del 2005).

Due turni e due record personali per Eleonora Parlanti. Anche lei come Manaseb al primo anno di categoria, si è guadagnata la maglia biancorossa dopo i due argenti regionali e non ha tradito le attese. Schierata sugli 80hs, record in batteria (12”89) ed ancora record nella finale B con 12”80, finendo 13esima in Italia e terza della sua annata.

Passiamo quindi al salto in lungo con la sempre sugli scudi Lara Biagi. In una gara molto raccolta tra le posizioni, Lara è riuscita a districarsi dopo un primo momento di timore nelle rincorse andandosi a piazzare quarta in Italia grazie al 5,47m messo al quarto turno di salti.

Via verso i 300hs con Andrea Franchini. In una stagione funestata da tribolazioni di tutti i colori, Andrea è stato bravissimo nel non farsi prendere dall’emozione spingendo per tutta la batteria, tattica che gli ha dato ragione: Andrea ha infatti abbassato alla grande il proprio PB e record sociale portandolo a 40”09, tempo di ottima caratura che gli ha dato l’automatico accesso alla finale della domenica.

Nel pomeriggio del sabato è arrivata la ciliegina sulla torta della spedizione biancoverde a Forlì.

In una gara più tirata del previsto, Giada Traina si è riconfermata Campionessa Italiana nei 3000m di marcia su pista, lasciando intatta la sua serie di vittorie che perdura quasi da due anni. Giada, sfuggendo alla inseguitrice del Piemonte che la tallonava, è andata a fermare il cronometro a 15’01”64, due secondi prima dell’avversaria, prendendosi quindi il titolo. Ottava Valentina Piserini, che ancora una volta sale sul podio dei tricolori cadetti col crono di 15’42”79, tempo inficiato dai tre richiami che l’hanno costretta a rallentare l’andatura.

Sfortuna nerissima per Giulia Bonomo, partita con ottime speranze di passaggio del turno sui 300m e frenata nella mattinata da problemi di stomaco che le hanno precluso la possibilità di correre; peccato perchè la forma certo non mancava.

Nella mattina di domenica è scattata la finale dei 300hs per Andrea Franchini, partito più accorto rispetto al sabato a causa, anche lui, di problemi di stomaco; nonostante ciò, Andrea si è ben difeso correndo in 40”45 e prendendosi così il più che gratificante quarto posto d’Italia.

I biancoverdi hanno chiuso la manifestazione con le staffette 4×100 con Giulia Bonomo e Lara Biagi nella femminile (terza e quarta frazione) ed Andrea Franchini nella maschile (terza frazione).

Quinto posto per la femminile, con delle frazioni che hanno dell’incredibile per le nostre portacolori che si passavano il testimone: le due frazioni unite (approssimativamente 200m) e cronometrate, sono sull’ordine dei 23-23”5, velocità siderali considerando la giovane età di Giulia e Lara.

Quarti invece i cadetti, con Andrea Franchini che ha ben corso la sua terza frazione, passando il testimone al fiorentino Sollai che ha avuto l’onore di involarsi sul traguardo

Adesso ci aspettano soltanto i Campionati di Staffette ed il Trofeo delle Province per chiudere quella che è stata una grande stagione per gli U16.

Alessandro Bacci

Foto: Foto di FIDAL GRANA/FIDAL
Foto Manaseb: ATL-ETICAMENTE FOTO

Articoli correlati