Registrati alla newsletter e ricevi gli articoli appena pubblicati

E LA FESTA CONTINUA

 

 

Tanto era stata primaverile la prima giornata di Campi Bisenzio, tanto sembrava essere ripiombati in inverno nella seconda. Era previsto uno scroscio d’acqua ad inizio mattinata, ma poi ha continuato con raffiche di vento, pioggia mista a grandine e sensibile freddo anche durante la giornata costringendo i giudice a sospendere per un breve periodo anche le partenze. Il terreno ha però tenuto e non si è trasformato in quel pantano che i toscani avevano conosciuto in passato.

Il primo bianco verde a prendere il via è stato Mauro Giuliano, le cui vicende di questa stagione sono state stravolte rispetto alle aspettative. In accordo con coach Di Petrillo aveva modificato sensibilemente il programma d’allenamento rispetto al passato e non aveva previsto di gareggiare sia nelle indoor sia nel cross. Ha invece fatto i due campionati italiani indoor ed è tornato a gareggiare nel cross dopo tre stagioni. E’ andato bene nelle due occasioni sugli 800, ma non, secondo le sue aspettative nei 3000 metri del cross. Gara difficile perché promesse e senior gareggiavano insieme e solo al traguardo, storcendo la bocca, si è visto al diciassettesimo posto, ma far molto meglio sarebbe stato sicuramente difficile.

Partono poi le donne promesse e senior impegnate sugli 8 km. Squadra bianco verde non completa prolungandosi lo stop per infortunio di Giulia Morelli, ma il rientro alle gare della Bottoni è almeno un palliativo. La bianco verde più in forma del momento è stata Diletta Signori uscita, come è sua abitudine, alla distanza. In un campo di 178 partenti si è persa nel caos iniziale ma ha poi dimostrato la sua buona condizione rimontando fino ad un onorevole 33esimo posto finale. Visti i guai alla caviglia che le avevano impedito di allenarsi e gareggiare nel periodo delle gare regionali, Enrica Bottoni ha fatto di tutto per essere presente. Portato a termine un test otto giorni prima e visto che almeno la caviglia teneva, ha deciso di fare il campionato italiano. Può dirsi soddisfatta del 45esimo posto anche se preceduta da tante toscane che di solito le arrivavano dietro. Soddisfazione almeno aver ricevuto dopo un anno la medaglia vinta nel marzo 2020 a Empoli nelle immediate vicinanze del primo lockdown. 

Si scende poi al 71° posto per trovare Andreea Lucaci, nome nuovo nella start list bianco verde. Proviene da esperienze su strada e su lunghe distante. Allenata, come la gemella Ioana, da un tecnico olandese sta imparando cosa è il cross mai affrontato in vita sua prima delle due esperienze di San Miniato e Arezzo. Valido il suo contributo per un 15esimo posto in classifica a squadre, cosa che alle bianco verdi non riusciva da tanto tempo. Quarta del gruppo, ma sempre molto grintosa Veronica Cai  arrivata 137esima ma lasciandosi alle spalle più di 40 competitrici.

Subito dopo era la volta degli junior. Il trio Casella, Solfato, Borgianni supportato anche da Angeli, era arrivata terza squadra ai toscani, ma qui la banda di Milani e Michelotti ha fatto meglio riconquistando la predominanza in regione anche se la classifica nazionale dice 17esimi. Si batte bene nel secondo gruppo Augusto Casella, dove il piccolo bientinese  riesce a conquistare un eccellente 17esimo posto mentre il compagno Luca Solfato, poco assuefatto agli 8 km. sui prati, tiene ancor meglio del previsto e conquista il 37esimo. La classifica sarà completata da chi tra Andrea Borgianni e Francesco Angeli arriverà prima. La spunta il triatleta di Uzzano con il suo 80esimo posto mentre l’ex nuotatore livornese arriva sei posti dietro.

Il miglior risultato indiviaduale era aspettato nella categoria allievi da Rajan Kumar Del Vecchio e l’atleta di origine indiana non ha tradito la fiducia. Gruppo di partenza molto ridotto, rispetto al passato per ragioni di norme covid, ma anche molto competitivo. Non si fa trascinare dalla bagarre iniziale e recupererà tante posizioni correndo con giudizio anche avendo l’accortezza di allungare magari un metro del percorso ma stando il più possibile sull’erba evitando la scia di fango. Il suo risultato finale, undicesimo, sarà il migliore di tutti i bianco verdi nelle varie categorie e tra breve andrà ad inizare una stagione su pista che si preannuncia piena di soddisfazioni.

 

B.G.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Ti consigliamo anche..

GRANDI PROGRESSI DEI CADETTI A CECINA

Siamo quasi alla fine della stagione ma a Cecina, in occasione del Meeting sponsorizzato da Etruria Luce e Gas, i nostri cadetti si sono messi …

Leggi →

DEL VECCHIO, MORELLI, TRAINA E PERULLO CAMPIONI TOSCANI ENDURANCE

Seconda giornata dei campionati toscani endurance che, nonostante l’anticipo dell’orario, è stato rovinato dalla pioggia battente, ma ha regalato ai colori bianco verdi ben 4 …

Leggi →

JOAO 3’38”04 A BELLINZONA GUALTIERI RECORD ITALIANO FISPES A JESOLO

L’ultimo week end è stato importante non solo per i Campionati Italiani Allievi e i contemporanei Campionati Toscani Cadetti perché diversi atleti bianco verdi hanno …

Leggi →

BUSSOTTI 1’48”16 ; MORELLI 9’49”14

Dopo un paio di digressioni sui 1500 Joao Neves Junior Bussotti ha affrontato un 800. A Vittorio Veneto, nel Meeting Internazionale Città di Conegliano, il …

Leggi →