VITTORIE NEL GRAN PRIX E TITOLO TOSCANO PER LA 4X100 JUNIOR FEMMINILE

In sordina più del solito è andata in onda anche la seconda giornata della prima fase del Gran Prix Fidal Toscana Estate, iniziata a Soffiano in occasione del Campionato regionale di prove multiple e terminata durante la prima fase regionale dei Campionati Toscani di Società Allievi/e. Buona la presenza dei […]
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Print Friendly, PDF & Email

In sordina più del solito è andata in onda anche la seconda giornata della prima fase del Gran Prix Fidal Toscana Estate, iniziata a Soffiano in occasione del Campionato regionale di prove multiple e terminata durante la prima fase regionale dei Campionati Toscani di Società Allievi/e. Buona la presenza dei bianco verdi che, con questa manifestazione, rodano le gambe per i ben più impostanti appuntamenti di Arezzo e per gli universitari di L’Aquila.
Non erano giornate, specialmente la seconda, per risultati di prestigio a causa delle condizioni atmosferiche, ma qualche cosa di buono si è visto. Nei 1500 impostati a velocità non certo eccezionale, si è apprezzato lo sprint finale del nostro Alessio Ristori che ha avuto facilmente ragione del folto gruppo. Il tempo che gli ha permesso di mettere punti importanti nel carniere è di 4’05”38 ma la sua testa è indirizzata alle siepi dove spera di conquistare il posto nei Campionati Italiani Universitari.

E rimasto fuori dal trio dei premiati Gabriele Spadoni (4° con 4’08”08) rimasto troppo a lungo nella pancia del gruppo ed uscito solo sul rettilineo finale. Più dietro, ma vicino al suo PB, Simone Esposito (10° in 4’15”9) mentre continua a non ingranare uno sfiduciato Dario Guidi (12° in 4’20”17) e addirittura il giovane Fabio Mignani, che quando si è accorto di essere scivolato in ultima posizione ha preso la via degli spogliatoi. Nell’analoga gara femminile si sono schierate alla partenza Elisa Del Corona, rimasta staccata troppo presto dal gruppo e terminata all’11esimo posto con 5’40”55, pochi metri avanti alla compagna di colori Veronica Cai (5’48”32).
Due le vittorie nel salto con l’asta: facile quella di Federico Di Napoli (3,60) unico iscritto tanto da farlo ignorare dallo speaker nella zona premiazioni e tornato a casa senza essere premiato dopo lunga attesa. Per Francesca Boccia era un test per verificare la condizione, ma la pioggia e il vento non lo hanno certo aiutata. Ha vinto con 3,70 e poi si è trattenuta in pedana, a gara finita, per ulteriori salti d’allenamento. E’ salita sul podio come terza Virginia Rossi con un salto di m. 2,80, stessa misura della compagna Rebecca Raiola ma con meno tentativi per riuscirci. E’ andata male a Veronica Domenici, personale a La Spezia e fallita la prova d’entrata questa volta.
In questa seconda parte della sua carriera ancora un podio, terza con 11,55 nel triplo per Ilaria Cariello. Deve centellinare le forze perché l’allenamento è poco rispetto al passato, ma la qualità del legno è sempre buona. Onesta figura per Melissa Becherini, a lungo ferma per infortunio in inverno, ma che sembra pienamente ristabilita e capace di saltare m. 10,85 per un ottavo posto.
Record personale e seconda piazza per il discobolo Ivan Senegaglia (38,55) nonostante abbia rallentato la preparazione avendo iniziato ad allenare (e a detta dei giovani allievi con successo, tanto da chiedere alla direzione di farlo rimanere anche il prossimo anno). Ivan però gradisce particolarmente la pedana fiorentina perché anche i suoi due record precedenti erano stati ottenuti all’Asics Firenze Stadium.
La giornata è finita in gloria con la conquista del titolo regionale junior femminile del quartetto lanciato da Dalia Carcea e proseguito fino al successo da Margherita Del Corona, Margherita Guarducci e Marta Giaele Giovannini. 49”51 il tempo finale che sarebbe stato sicuramente migliore con meno vento e meno freddo.

B.G.

Articoli correlati