SI FA DEL MALE ALL’ATLETICA TOSCANA

E’ ormai da tempo immemorabile che tecnici e dirigenti dell’Atletica Livorno vanno dicendo ai programmatori dell’atletica toscana che i triathlon per il settore giovanile non sono più gestibili. A Cecina ne abbiamo avuto un’altra prova. Non ci si dica che è colpa dell’inaugurazione del campo, che ha inciso sull’inizio delle […]
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,
Print Friendly, PDF & Email

E’ ormai da tempo immemorabile che tecnici e dirigenti dell’Atletica Livorno vanno dicendo ai programmatori dell’atletica toscana che i triathlon per il settore giovanile non sono più gestibili. A Cecina ne abbiamo avuto un’altra prova. Non ci si dica che è colpa dell’inaugurazione del campo, che ha inciso sull’inizio delle gare per soli dieci minuti, ma per i numeri dei partecipanti che, per fortuna, stanno aumentando e si mantengono costanti per tutta la stagione. Ci domandiamo cosa sarebbe successo con 113 atlete nel salto in alto se l’impianto di Cecina non fosse stato dotato di due pedane. Genitori preoccupati che intasavano il cellulare della società per chiedere notizie dei figli, gentori che li portavano via prima della disputa dell’ultima gara, giudici insofferenti che giurano di non venire più alle gare giovanili. Se si vuole proseguire, per la categoria ragazzi, a mettere in cantiere le prove multiple si deve ricorrere a dei biathlon con 3 manifestazioni in più durante la stagione. Anche perchè dopo aver fatto 3 manifestazioni in 4 settimane poi non si gareggerà praticamenete più. Ci vuol tanto a capirlo!
Iniziamo ad esaminare i risultati dei nostri ragazzi in quest’esordio in pista per il 2019. Non sono state pubblicate le classifiche di squadra ma i maschietti dell’Atletica Grosseto Banca Tema hanno vinto la prima giornata del concentramento che comprende le società di Grosseto Livorno e Pisa. Siamo, comunque la seconda forza davanti ai cugini della Libertas Runners, della Costa Etrusca e del Centro Atletica Piombino, con le società pisane, molto frazionate, non in grado di competere come squadra.

Il migliore è stato Andrea Garofoli, ultimo prodotto di una dinastia che parte dal padre velocista master, al fratello maggiore ottimo ostacolista allievo, alla madre che qualche esperienza nel mezzofondo l’ha fatta. E’ arrivato quinto nella graduatoria individuale con 1427 punti dovuti ad un buon 4,48 nel lungo a m. 29,30 nel vortex e a 3’30”35 nei 1000. Non gli è arrivato molto lontano Francesco Savi, nono con 1379 punti, un po’ più debole del compagno nel lungo (4,07) ma più forte nel vortex (32,66). Si scende di una sola posizione, decimo, per trovare il nostro miglior prodotto del 2007, Iacopo Storai, con 1355 punti abbastanza uniforme nelle sue prestazioni.
Per trovare il nostri quarto esponente si scende al 17esimo posto con i 1243 punti di Gabriele Ceccarini che, vista la prestazione nella gara dei 1000 (3’22”05”) senza allenamento specifico, si può prevedere quale sarà il suo futuro. Sono 1094 i punti di Gabriele Altini, 23esimo e con prestazioni nelle tre specialià sempre in linea. Flavio Sorbo è giunto 29esimo con 1034 e un interessante 3’35”10 nei 1000. L’ultimo dei bianco verdi oltre i 1000 punti che è, in genere, il limite dell’eccellenza è stato un altro dodicenne, Laerte Manteri, combattivo e che occuperà alla fine il 35° posto.

A completare i dieci che portano punteggio alla squadra abbiano Giovanni Tascini, anche lui esordiente nella categoria 42°, Giorgio Diana 54° e uno degli ultimi arrivati, Alessandro Romillo 62°. Cercheranno di arrivare tra i migliori 10 la prossima occasione a Grosseto Diego Marradi 69° ma, con almeno un salto buono nel lungo, avrebbe fatto un bel salto avanti, il gemello di Diego Tommaso 82°, Valerio Bortolotti 85°, Andrea Nieri 91°, Alberto Poli 97° e Federico Maresca 102°.

G.B.

Dettaglio dei risultati ( nell’ordine lungo – vortex – 1000 )

  • Andrea Garofoli p. 1427 (4,48 – 29,30 – 3;30.35)
  • Francesco Savi p. 1379 (4,07 – 32,66 – 3:31.40)
  • Iacopo Storai p. 1355 (4,07 – 32,49 – 3:33.49)
  • Gabriele Ceccarini p. 1243 (3,79 – 20,79 – 3:22.05)
  • Gabriele Altini p. 1243 (3,63 – 27,91 – 3:42.86)
  • Flavio Sorbo p. 1034 (3,56 – 19,95 – 3:35,10)
  • Laerte Manteri p. 1004 (3,34 – 25,90 – 3:42.77)
  • Giovanni Tascini p. 881 (3,47 – 16,98 – 3:44.06)
  • Giorgio Diana p. 777 (3,58 – 19,05 – 4:02.89)
  • Alessandro Romillo p. 735 (3,67 – 17,88 – 4:09.21)
  • Diego Marradi p. 660 (NM – 31,88 – 3:47.59)
  • Tommaso Marradi p. 593 (3,06 – 22,80 – 4:39.21)
  • Valerio Bortolotti p. 583 (2,95 – 17,25 – 4:18.01)
  • Andrea Nieri p. 532 (2,85 – 17,25 – 4:13,12)
  • Alberto Poli p. 453 (2,65 – 18,61 – 4:24.35)
  • 102. Federico Maresca p. 285 (2,33 – 13,47 – 4:44.01)

Articoli correlati