SCOTTO ARGENTO NELLE PROVE MULTIPLE

Si è conclusa al campo Bruno Betti di Soffiano (Firenze) con la disputa del Campionato Regionale di Prove Multiple la prima parte della stagione cadetti 2019. Ci sarà ora soltanto il recupero della gara di Coppa Toscana di Piombino e le prime due giornate dei Campionati Provinciali a Cecina e […]
Tags: , , , , , , , ,

Si è conclusa al campo Bruno Betti di Soffiano (Firenze) con la disputa del Campionato Regionale di Prove Multiple la prima parte della stagione cadetti 2019. Ci sarà ora soltanto il recupero della gara di Coppa Toscana di Piombino e le prime due giornate dei Campionati Provinciali a Cecina e Livorno prima di andare in vacanza e riprendere già il 1 settembre con la terza e ultima giornata dei Campionati Provinciali a Piombino.
Manaseb Scotto sperava di far sua la maglia di campione regionale ma non aveva fatto i conti con il piombinese Mario Cutaia che lo ha sovrastato nelle due gare di salti dove il nostro è rimasto ampiamente sotto i suoi primati personali. Si è dovuto, quindi, accontentare della medaglia d’argento e di spodestare Daniele Colombo da miglior cadetto bianco verde nelle prove multiple con 3518 punti.
Buono l’avvio di Manaseb nei 100 ostacoli dove, con 14”85, praticamente eguagliava il suo personale manuale di 14”6, si migliorava di 1 cm. nel salto in lungo con 5,61 e di 27 cm. nel giavellotto con m. 36,57 in una prima giornata ventosa e con nubi temporalesche addensatesi attorno al campo di gara, ma senza pioggia. Nella seconda giornata Scotto lasciava troppi punti nel salto in alto dove si arenava a 1,53 (dieci cm. sotto il suo personale) e non erano sufficienti i buoni recuperi nel disco dove esordiva con 24,61 e sopratutto nei 1000 corsi da protagonista in 3’11”7 (PB). Buon argento, per l’oro ci rivedremo il prossimo anno.
Andrea Franchini poteva essere la nostra seconda carta per il successo ma il ragazzo non è stato bene negli ultimi tempi, ha dovuto sospendere la preparazione, e la condizione è scesa tantissimo. C’è da ringraziarlo per essersi lo stesso schierato per aiutare la squadra, ma non c’era proprio. Migliori gare la prima quando ha corso i 100 hs. in 14”95 e la seconda quando è stato capace di m. 5,51 nel lungo, ma poi è andato calando nel giavellotto (28,56), nell’alto (1,50), nel disco (17,77) e sopratutto nei 1000 corsi in 3’24”7 (30” oltre il suo personale). E’ giunto nono con 3018 punti contribuendo alla terza piazza regionale dell’Atletica Livorno.
Lontanissimo dalle prime piazze (41°) Cesare Bertini ma è un 2005 ancora grezzo ma con buone prospettive. E’ stato anche sfortunato per la caduta sul penultimo ostacolo della prima gara. Un altro di sarebbe fermato, ma Cesare si è rialzato e valicando l’ultima barriera con un salto più che un passaggio terminava in 19”07 guadagnando quei 229 punti fondamentali per tenere giù dal podio il C.A. Piombino. Bertini continuava con 4,94 in lungo (PB), 25,87 nel giavellotto e nella seconda giornata con 1,56 in alto, esordiva nel disco con 18,38 e faceva il personale nei 1000 corsi in 3’29”0 per un punteggio complessivo di 2239.
Gli altri tre bianco verdi in squadra finivano in parata con Francesco Mattolini, primo anno nella categoria, 47esimo con 2022 punti dovuti a 17”67 nel suo esordio sui 100 hs., m. 4,92 nel lungo, m. 20,98 nel giavellotto dove gareggiava per la prima volta e poi 1,41 nell’alto (PB), 14,93 nel disco (terzo esordio) per concludere i 1000 in 3’29”7 (PB). Cosa si può volere di più. Bravo per i suoi 2022 punti ed arrivederci al prossimo anno.
Poco sotto i 2000 punti (1956 per il 48° posto) Alessandro Igor Gualtieri, ma partiva già con l’handicap di non correre gli ostacoli per evitare guai. Bravo in quattro delle cinque gare rimanenti con m. 4,92 nel lungo (PB), m. 28,00 nel giavellotto (PB), 1,38 nell’alto e 3’48”5 nei 1000 (PB). Nella sua gara, il disco, volendo spaccare il mondo faceva solo 27,88 facendo ancora digiunare il suo tecnico che attende da tempo il suo primo lancio oltre i 30 metri.
Il sesto bianco verde era ancora un quattordicenne alle prime armi: Alessio Spagnoli (49° con 1934 punti). La sua progressione: personale nei 100 ostacoli (17”71), 1 cm. sotto nel lungo con 4,89, personale nel giavellotto (21,23), personale uguagliato nell’alto (1,53), esordio nel disco con 13,62 e personale nei 1000 con 3’47”1. Cosa si può rimproverargli?
Alcune gare aggiunte anche per i maschietti dove si è messo in mostra Davide Giusti che, nonostante un rallentamento nella preparazione, fa due personali portando il suo miglior tempo da 10”14 a 10”00 negli 80 e da 19”1 manuale a 19”11 elettrico nei 150 rimanendoci male perché si sono dimenticati di premiarlo avendo vinto entrambe le gare. C’era anche il neo tesserato Tommaso Benassi che ha corso gli 80 in 11”57 e i 600 in 1’55”8.
B.G.

Classifica dell’esathlon per società
9528 Uisp Prosport Scandicci
9007 Atletica Firenze Marathon
8775 ATLETICA LIVORNO
8724 Centro Atletica Piombino
8274 Atletica Grosseto Banca Tema
7821 Atl. Libertas Runners Livorno
7670 Atletica Calenzano
7503 Atletica Campi Bisenzio
7033 Atletica Prato
6770 Toscana Atl. Empoli Nissan
6195 Atletica Sestese
5255 La Galla Pontedera Atletica

Articoli correlati