Registrati alla newsletter e ricevi gli articoli appena pubblicati

QUARRATESI E RINALDI PARI E PATTA

 

Incominciano prima del solito i saltatori di Massimo Favoriti e la coppia Quarratesi – Rinaldi si impone all’esordio stagionale a La Spezia: 7,11 per entrambi ma con Jacopo più in palla con altri due salti a 7,10. Diremmo non male per una coppia che esce da una stagione invernale molto impegnativa e non priva di successi. Bravo anche Davide Giusti che già al primo tentativo fa il personale all’aperto con 6,42 e Riccardo Ciucci che lo eguaglia con 6,11 nell’unico salto valido. In contemporanea nella pedana del disco si apprezza l’allievo Alessandro Igor Gualtieri, secondo con m. 36,05 non lontanissimo dal sua PB ottento in pieno inverno

Sul lato opposto le saltatrici con l’asta che non mancano mai all’appuntamento. La migliore, Rebecca Raiola, che proprio su quella pedana ha stabilito per la prima volta il suo personal best di m. 3,20 giunge quinta con 3,10. Poco dientro, in ottava posizione la junior Giulia Chelini che sembra fare un allenamento tecnico iniziando a saltare con l’asticella a 2,20 e continua fino a superare m. 2,70 che è il suo miglior risultato dopo l’exploit di Agropoli. Non ingrana Francesca Boccia che sembra essere ritornata indietro

alle prime gare invernali quando falliva la misura d’entrata.

In pista entrano i velocisti e nella prima serie dei 100 apprezziamo il neo bianco verde Marco Orsellini che stampa un buon 11”25 precedendo l’altro viareggino Giacomo Bianchini capace di 11”47. Nella pedana del peso gareggiano contemporaneamente gli allievi e i senior. Con la sua palla di ferro da kg. 5 vince la gara, migliorandosi sensibilmente, Leo Carcea salito da 11,79 a 12,56!) mentre non conferma la bella prestazione di Cecina Diego Paolini arrivando secondo con m. 13,75 e l’attrezzo da kg. 7,250.

Terminata la gara maschile del lungo vanno in pedana ben 34 femmine divise in due serie. La nostra migliore sarà l’allieva Lara Biagi, quarta assoluta con la misura di m. 5,47 ed altre tre prestazioni superiori ai 5,20. Si vedono poi in successione Silvia Dini (4,91), Giulia Quochi (4,46), Beatrice Guarducci (4,43), Giulia Favoriti (4,37) e Melissa Becherini (2,64).

Terminata anche la gara femminile dell’asta, vanno in pedana i maschi con un Jacopo Naele Fiorini che, con 3,80, fa la sua miglior prestazione all’aperto. Si conclude la giornata con un Nicola Ruffini che nei 1500, pur arrivando in fondo al gruppo della prima serie, festeggia il suo PB portato a 4’31”00.

B.G.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Ti consigliamo anche..

QUATTRO BIANCO VERDI INVITATI AL MEETING INDOOR DI SIENA

Sono quattro i saltatori in alto dell’Atletica Livorno invitati dal responsabile tecnico regionale del salto in alto Stefano Giardi al Meeting Indoor che si terrà …

Leggi →

UN WEEKEND DA LEONI

Per me che mi trovo a scrivere questo resoconto del Campionato Italiano Allievi/e 2020 sarà molto difficile trasmettere le emozioni di quella che è stata …

Leggi →

TRE TITOLI TOSCANI AI BIANCOVERDI, RACHELE MORI CAPOLISTA MONDIALE U18

Entusiasmante la lunga giornata domenicale vissuta a Firenze, in cui, dalla mattina al pomeriggio si sono alternati velocisti, lanciatori e saltatori, dalle 9 della mattina …

Leggi →

RIASSUNTO DI UN 70° ANNO INCREDIBILE

Il 2020 è stato un anno fatto di grandi sacrifici, con continui adattamenti ed aggiustamenti, dove si è passati da una grande stagione indoor nella …

Leggi →