NUOVO RECORD REGIONALE PER RACHELE MORI

E’ un continuo progredire per la brava lanciatrice di martello Rachele Mori che nella seconda giornata della Coppa Toscana a Marina di Carrara ha ulteriormente allungato la gittata del martello cadette portando il già suo record regionale a m. 59,60. La lanciatrice, impostata da Cristina Sanfilippo e ora seguita da […]
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

E’ un continuo progredire per la brava lanciatrice di martello Rachele Mori che nella seconda giornata della Coppa Toscana a Marina di Carrara ha ulteriormente allungato la gittata del martello cadette portando il già suo record regionale a m. 59,60. La lanciatrice, impostata da Cristina Sanfilippo e ora seguita da Riccardo Ceccarini, ha fatto una serie eccezionale partendo da m. 58,43, salendo a m. 58,78 e poi a m. 59,60. Peccato che il regolamento della manifestazione non prevedeva anche il quarto lancio perché la serafica ragazza si sentiva in grado di superare la fettuccia dei 60 metri, obiettivo della prossima occasione. Rachele si è poi schierata anche nel getto del peso, che non cura più da tempo, ma ha lo stesso vinto con il suo nuovo personale di m. 10,67 segno di una condizione psico fisica eccellente.

Al Campo Paradiso c’è stata anche un’altra vittoria. Lara Biagi si è imposta nel salto in lungo con una misura per lei modesta (m. 5,06) ma aveva poco tempo prima bisticciato di brutto con un ostacolo e un ginocchio ne portava ancora il segno. Tempo rovinato (13”5) ma certezza che anche questa gara può renderla protagonista.

Più conosciuta come saltatrice con l’asta Chiara De Lorenzis si è ben fatta notare in un 300, corso senza punti di riferimento in sesta corsia, ma terminando sul podio con un bell’argento e un primato personale portato da 47”2 a 45”6. Meno fortunata nel salto in lungo dove non ha trovato il feeling con la pedana facendo tutti nulli. Un altro argento l’ha vinto la mezzofondista di Paolo Angioni Giulia Mastroeni. Giulia ha fatto una gara tattica per la vittoria nella prima serie dei 1000, cosa che le è riuscita in 3’17”2 ma nella seconda serie c’è stata colei che ha osato di più e l’ha relegata al secondo posto.

Non ci sono stati altri podi significativi ma si può apprezzare il quarto posto di Matilde Trudu nel martello (16,60) ma la ragazza, ben strutturata, è ancora alle prime armi con la specialità tanto da vederle affrontare anche gli 80 ostacoli terminati in 17”1. Giulia Chelini si è schierata nel getto del peso e in una gara in crescendo terminata con m. 8,51 è arrivata quinta districandosi con la contemporanea gara di lungo (PB a 4,04) che la costringeva a un continuo cambio di scarpe tipo Formula Uno . Unica rappresentante nel salto in alto Federica D’Agostino che salta m. 1,35 non lontanissima dal suo personale.

Tantissime le ostacoliste schierate e dopo la Biagi abbiamo visto Camilla Piserini (14”4), Vittoria Favilla (15”9), Francesca Spiller (nome nuovo nel nostro panorama con 15”9), Martina Campanelli (16”7), Martina Lemmi (16”9), Sara Arzelà (17”1) e Bianca Magnani (18.0) e innumerevoli anche nel salto in lungo (questa non è una novità). Sempre alle spalle della Biagi troviamo Vittoria Favilla (4,32), Giulia Landi (4,16 PB), Alice Arcamoni (4,08), Virginia Del Corona (4,02), Francesca Spiller (3.97), Martina Lemmi (3.96), Beatrice Guarducci (3.91), Martina Campanelli (3.82) e Sara Arzelà (3.31).

Nei 300 oltre la De Lorenzis non male Camilla Piserini (48”4), Beatrice Guarducci (50”7) e Federica D’Agostino (50”9) e nei 1000 apprezzate Valentina Gussoni (3’37”3), Eleonora Berti (3’42”7) e Giulia Ghiselli (4’02”9). Nel getto del peso anche Virginia Del Corona che ha lanciato la palla di ferro da kg. 3 a m. 7,08.

Buonissime le notizie giunte da Campi Bisenzio dove Giada Traina ha esordito in pista sui 3 km. vincendo in 15’35”0, tempo eccellente per una esordiente nella categoria e a una dozzina di secondi dal record sociale. Ha battuto un bel colpo anche Martina Quartararo  , seconda con 15’41”6, una prestazione che non faceva da un anno circa e poi l’altra esordiente Valentina Piserini (17’06”6), mentre non sembra quest’anno in grande condizione Rachele Benedetti (18’27”8).

Quasi superfluo segnalare che le cadette bianco verdi conservano, anzi aumentano il divario sulle avversarie regionali, per la conquista della Coppa Toscana.

 

CALSSIFICA COPPA TOSCANA CADETTE DOPO DUE GIORNATE

1 ATELETICA LIVORNO p. 60

  1. Atl. Firenze Marathon p. 55
  2. C. A. Piombino p. 50
  3. Assi Giglio Rosso FI p. 50
  4. Atletica Prato p. 50
  5. Toscana Atl. Empoli p. 50
  6. Atletica Calenzano p. 46
  7. Atl. CR Pistoia e Lucchesia p. 45
  8. Atl. Costa Etrusca p. 42
  9. Libertas Runners LI p. 41
  10. Alga Etruscatletica p. 38
  11. Atl. Sestese Femminile 34

Articoli correlati