MANNUCCI, MILANI, BOCCIA

Abbiamo gioito per il ritorno in nazionale di Lorenzo Dini e subito a ruota è giunta anche la notizia della convocazione per gli Europei under 23 che si svolgeranno a Gavle in Svezia del nostro discobolo Alessio Mannucci. Sarà la settima maglietta azzurra per il colligiano, più volte campione italiano […]
Tags: , , , ,

Abbiamo gioito per il ritorno in nazionale di Lorenzo Dini e subito a ruota è giunta anche la notizia della convocazione per gli Europei under 23 che si svolgeranno a Gavle in Svezia del nostro discobolo Alessio Mannucci. Sarà la settima maglietta azzurra per il colligiano, più volte campione italiano nelle varie categorie giovanili. La manifestazione si svolgerà dal giorno 11 al 14 luglio ed avremo il piacere di vederlo gareggiare a Livorno sabato 6 nell’ambito della manifestazione del Gran Prix organizzata dall’Atletica Livorno. Si ricorda che il 21enne bianco verde è reduce dal primato personale di m. 58,24 ottenuto a Latina il 20 giugno u.s.

Chi invece sta iniziando una carriera che speriamo sempre piena di successi è Margherita Milani. Ha ottenuto in questi giorni la sua prima convocazione per una rappresentativa toscana. Margherita ha vinto la fase regionale del Trofeo Coni gareggiando in un tetrathlon comprendente i 60 ostacoli, il salto in alto, il getto del peso e i 600. Il punteggio è stato molto alto (2684) con tre gare di alto livello come 8”4 negli ostacoli, 1,49 nell’alto e 1’51”6 nei 600 e una, il peso, così così (6,82). Non è ancora certa la località della competizione ma sarà a metà settembre.

Francesca Boccia, che mette fuori il naso dalla Toscana solo in occasione degli italiani assoluti e universitari e dei Campionati di Società, ha fatto una capatina a Nembro in occasione del XXIII Meeting Internazionale che si svolge nella cittadina bergamasca. Gara di buon livello vinta dalla piemontese, tesserata per il Cus Pisa, Helen Falda che studia e si allena negli Usa. La nostra è salita sul podio come terza sperimentando l’entrata in gara a 4 metri, cosa che non aveva mai fatto in precedenza. Non riusciva, però, a superare la successiva misura di m. 4,15 che ha dimostrato più volte in allenamento alla sua portata.

Articoli correlati