MANNUCCI 55,61 GUIDI 8’42”88

Alessio Mannucci, per verificare la condizione dopo la non trascendentale prestazione degli europei under 23 e in vista dei campionati italiani assoluti di Bressanone, ha fatto una capatina in Friuli Venezia Giulia per gareggiare nella 15^ edizione del Meeting Internazionale di Brugnera. Ne è uscito rinfrancato con un terzo posto […]
Tags: , , , , ,
Print Friendly, PDF & Email

Alessio Mannucci, per verificare la condizione dopo la non trascendentale prestazione degli europei under 23 e in vista dei campionati italiani assoluti di Bressanone, ha fatto una capatina in Friuli Venezia Giulia per gareggiare nella 15^ edizione del Meeting Internazionale di Brugnera. Ne è uscito rinfrancato con un terzo posto dietro al britannico Zane Duquemine e lo sloveno Tadej Hribar. Metri 55,61 nel suo miglior lancio, ma anche un 55,45 e un 55,14 che se fatti una settimana prima avrebbero dato un significato ben diverso alla sua partecipazione. Ora forza con gli assoluti in Alto Adige dove si può salire sul podio.

Saverio Marconi ha pensato opportuno di approfittare della terza giornata del Gran Premio del Mezzofondo che da 44 anni si svolge a Trento per trovare una gara al fresco e di buon livello per il suo Dario Guidi, reduce da alcune belle prestazioni nelle gare toscane. Il fresco non lo ha trovato ma la gara si. Lo junior non ha dovuto più occuparsi di tenere alto il ritmo sui 3000, come gli succede in Toscana, e ha staccato un buon 8’42”88 che è il suo nuovo record personale. Visto in altra serie anche il nostro Gianmarco Lazzeri, in prestito e ben inserito nel gruppone di mezzofondisti dell’Atletica Val di Cembra tanto che si sussurra che non farà più ritorno in Toscana. 8’57”54 il suo tempo.
Gli hanno fatto compagnia in viaggio, ma in gara hanno optato per gli 800, anche altri due allievi di Saverio: Mattia Barlantini e Diego Vernaccini. Esperienza positiva ma le batterie non sono più quelle di qualche settimana fa. 2’01”12 per Mattia e 2’01”56 per Diego. Ora un po’ di relax e poi sotto per la seconda parte della stagione che ha importanti appuntamenti come i Toscani Allievi e la finale del CDS sempre per allievi, mentre Dario spera che l’Atletica Livorno entri anche quest’anno tra le 12 finaliste del CDS under 23 per avere una gara di alto livello prima di passare nella categoria superiore.

Articoli correlati