LA PRIMA VOLTA DI BENEDETTA

Fino a domenica scorsa Benedetta era solo la sorellina minore di Jacopo Quarratesi ma, grazie all’entusiasmo del suo coach Giacomo, che aveva avuto l’intuizione di non fermarsi dopo le gare di Marina di Carrara e di andare a scovare una gara a Pietrasanta per il suo gruppo. Intuizione felice perché […]
Tags: , , , , , , , , ,

Fino a domenica scorsa Benedetta era solo la sorellina minore di Jacopo Quarratesi ma, grazie all’entusiasmo del suo coach Giacomo, che aveva avuto l’intuizione di non fermarsi dopo le gare di Marina di Carrara e di andare a scovare una gara a Pietrasanta per il suo gruppo. Intuizione felice perché Benedetta Quarratesi è andata a vincere la sua prima gara sui m. 80 abbassando a 10”8 il suo recente personale. Dopo una breve esperienza da esordiente, Benedetta aveva scelto un’altra strada sportiva, riavvicinandosi all’atletica in occasione dell’organizzazione del CDS allievi organizzato a Livorno nello scorso fine settembre, dimostrandosi infaticabile e attenta “helper” organizzativa. Ora arriva la prima grande soddisfazione stimolo per seguire le orme del fratello.

Nello sprint, soddisfazione anche per Alessia Dentone, arrivata seconda nella stessa gara con 11”2 personale anche per lei e segno del buon lavoro che sta facendo nel gruppo multidisciplinare. Altro buon piazzamento per l’entusiasta e trascinatore del gruppo Davide Giusti che, pur non essendo un vero e proprio sprinter, ha corso gli 80 in 10”0, molto vicino al suo PB che è di 10”14. Coloro che, invece, hanno strapazzato il loro personale sono stati il “lanciatore” Alessandro Igor Gualtieri sceso da 11”37 a 10”7 e il quasi esordiente Simone Rizzacasa che ha centrato un 11”2 da 11”59 che aveva.

 

Un passettino indietro, invece, per Alessia Salvadori (11”5) e Francesca Spiller (11”6) alla quale mancavano gli ostacoli da passare. Esordio assoluto sulla distanza più breve dello sprint per il cadetto Elias Pera (11”3) e Matilde Trudu (12”4) indirizzati però ad altre specialità.

Articoli correlati