CADETTI E CADETTE TRIONFANO ANCORA

Si inizia a respirare aria di Coppa Toscana lassù, in cima alla classifica, dove per l’ennesima giornata si sono piazzate le nostre squadre maschili e femminili della categoria Cadetti, segno positivo non solo per il presente ma soprattutto per il futuro! Domenica scorsa, sul campo di casa in Via dei […]
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Print Friendly, PDF & Email

Si inizia a respirare aria di Coppa Toscana lassù, in cima alla classifica, dove per l’ennesima giornata si sono piazzate le nostre squadre maschili e femminili della categoria Cadetti, segno positivo non solo per il presente ma soprattutto per il futuro!

Domenica scorsa, sul campo di casa in Via dei Pensieri, le due formazioni biancoverdi hanno nuovamente dato prova di grande agonismo, esplicando il tutto con nuovi record personali e tante belle prestazioni che nell’articolo che va ad iniziare andremo a sciorinare.

Eroe di giornata è stato senz’altro Daniele Colombo, il quale ha fatto razzìa di successi a suon di primati personali più un importante aggiunta.
Daniele ha infatti, per prima cosa, portato a casa l’oro degli 80m correndo in 9”2 controvento andando così a pareggiare il primato sociale detenuto da Alessandro Bacci dal 2007 e poi, con gran sopresa di tutti ma non troppa, Daniele si è imposto nei 300hs col crono di 41”1 che vale come standard per partecipare ai prossimi Campionati Italiani Cadetti. Le prime parole di Daniele dopo aver rifiatato sono state: ” Me la sentivo”. Eccome! Bravo Daniele!
Restando sullo sprint maschile, ottimo lavoro anche per il resto dell’affiatato gruppo.
Gare gemelle per Federico Garofoli e Andrea Franchini, i quali hanno fatto entrambi i PB negli 80m e nei 300hs ed entrambi con gli stessi identici tempi, ovvero 9”9 negli 80m e 42”3 nei 300hs, gara, quest’ultima, in cui hanno rispettivamente coperto il secondo e terzo posto.
Ha declinato l’offerta degli ostacoli invece Tommaso Boninti, che sotto l’occhio vigile del responsabile regionale della velocità Fabio Quilici, ha prima corso gli 80m in 9”7 e successivamente i 150m in 17”6 conquistando l’argento.
Coraggio e spavalderia per Filippo Sciapi, che sull’onda dell’entusiasmo e di una partenza molto allegra è andato a ritoccare di due secondi il PB dei 300hs, portato a 44”3. Sfortunatissimo Alessandro Signori che, lanciato su un ottimo risultato sempre sulle barriere, ha subìto la rottura della scarpa durante l’attacco dell’ostacolo, evento che ha obbigato Alessandro a fermarsi.
Buone prove di carattere per i numerosi ragazzi sui blocchi dei 150m, partendo da Davide Giusti, composto all’arrivo in 19”7 per continuare con Elias Pera (19”9), Lorenzo Rossi (20”3), Alessio Niccolai (20”6) e Federico Biondi (21”3).

Doppietta d’oro anche per la sempre ai vertici Lara Biagi che ha impressionato nei 150m vinti di gran carriera con 19”6, terzo tempo societario di sempre tra le cadette e primo per quanto riguarda le U14; successivamente Lara ha archiviato con un tranquillo (per lei) 5,22m la gara di salto in lungo, gara in cui è ancora risultata la migliore a livello regionale.

Il salto in lungo femminile è stata una gara ben riempita dalle maglie biancoverdi con le seguenti prestazioni: Vittoria Favilla 4.58m, Nathalie Bertini 4.40m, Chiara Bianchi 4.15m, Alice Arcamoni 4.09m, Beatrice Guarducci 4.05m, Martina Lemmi 4.03m, Martina Campanelli 4.00m, Giulia Chelini 3.92m, Francesca Spiller 3,69m, Lara Fazio 3,63m, Matilde Trudu 3.48m, Sara Arzelà 3.35m e Frida Orlandi 2,98m.

Continuano la loro striscia positiva anche la campionessa italiana in carica Rachele Mori e la rivelazione dello sprint Giulia Bonomo.

Rachele, dopo aver stabilito due settimane fa la miglior prestazione mondiale U16 del martello con 59,60m, sulla pedana livornese si è dimostrata sempre in palla con 57,23m. L’obiettivo rimane il primato italiano!
Nella stessa gara, troviamo inoltre il 16,11m di Matilde Trudu.
Dopo il martello, Rachele si è concessa il bis d’oro con il lancio del peso, giunto a 10,75m, tanto per gradire; a far compagnia a rachele Frida Orlandi, 14esima con 5,15m.

Giulia Bonomo, dopo aver impressionato per la vittoria dei 150m a Grosseto, si è prima impossessata degli 80m col crono di 10”7 e quindi è andata a far compagnia a Lara Biagi sul secondo gradino del podio dei 150m con 20”3; Snche Giulia, come Lara, è al primo anno di categoria.
Sempre negli 80m, buon progresso anche per Emma Bucalossi: 11”1 per lei davanti a Martina Lemmi (12”1), Lara Fazio (12”2), Vittoria Poltri (12”9) e Martina Mura (13”5).
Sulla distanza quasi doppia dei 150m, oltre alle già citate Biagi e Bonomo, c’è stato l’ottima prova in 20”9 di Cristina Cusimano che ha preceduto Camilla Piserini (21”9), Virgina Del Corona (23”5), Sara Arzelà (23”7), Vittoria Poltri (25”3) e Martina Mura (25”8).

Passiamo quindi altri altri due salti nel programma: Triplo maschile ed Alto femminile.

Pimpanti e vogliosi di far bene i nostri giovani triplisti, tra i quali si sono sicuramente distinti Riccardo Ciucci e Gabriele Mori, che hanno ”giocato” a superarsi a vicenda salto dopo salto. Tra i due, il vittorioso è risultato Ciucci, che ha scalzato di 1 cm Gabriele dal secondo gradino del podio atterrando a 11,88m conquistando inoltre un ottimo PB. Dal canto suo Gabriele denota enormi margini di miglioramento, infatti in due gare è già riuscito ad incrementare il proprio limite di ben 1 metro, portandolo a 11,87m.
PB e soddisfazione anche per Davide Giusti in arte ”Giustino” che con 10,90m si è portato a casa un ottimo settimo posto.

Podio raggiunto con un doppio bronzo anche nell’alto femminile grazie a Nathalie Bertini e Federica D’Agostino, entrambre approdate alla misura di 1,35m, appena 5 cm davanti alle compagne di squadra Chiara De Lorenzis e Giulia Landi.
D’Agostino e De Lorenzis si sono inoltre schierate alla partenza dei 300hs, conclusi rispettivamente in 56”9 e 54”6 ma sopravanzate dalla minuta ma coraggiosa Francesca Spiller in 54”4.

Andiamo quindi verso la corsa prolungata, rappresentata in questa giornata di Coppa Toscana dai 2000m.
Ad un soffio dal podio Giulia Mastroeni che dopo una gara ben gestita ha fermato il cronometro a 7’22”4 togliendo ben 14 secondi dal precedente primato personale e giungendo al traguando un minuto quasi preciso davanti alla compagna Eleonora Berti, giunta all’arrivo in 8’22”6.
Tra i maschi è stata encomiabile la prova di carattere di Andrea Neri, che ha dimostrato più volte di essere un volitivo combattente. Andrea, al primo anno di categoria, si è inserito nel gruppetto che lottava per il bronzo, arrivando stanco in volata ma ritoccando il proprio fresco PB di 7 secondi: 6’34”7.
Su un buon ritmo anche Giacomo Balestri, che toglie 20 secondi al crono del 2017, fissando quindi il proprio personale a 7’06”5.

Alla gara dei 2000m non ha preso purtroppo parte Giorgio Gori, fermato da un piccolo problema ad un piede, cosa che però non gli ha impedito di esser utile alla squadra presentandosi al lancio del giavellotto, concluso con 21,55m, qualche metro dietro ad Alessandro Signori, che ha raggiunto i 24,67m.

Concludiamo infine questa faraonica giornata con le staffette 4×100, due femminili ed una maschile, tutte a podio!

Le due staffette femminili, composte da Guarducci-Piserini-Cusimano-Bucalossi e Chelini-Del Corona – Favilla – Campanelli hanno raggiunto rispettivamente il primo e secondo posto con un’ottima gestione dei cambi ed i tempi di 54”00 e 55”2.

Vittoria in solitario anche per i maschi con Leonardi – Ciucci – Sciapi – Mori in 49”8.

La classifica di Coppa Toscana parla chiaro: con oltre 10.000 punti raccolti da entrambe le squadre nella terza giornata è arrivata l’ennesima vittoria nonché la miglior giornata di Coppa Toscana degli ultimi 4 anni.

Mancano due giornate: bisogna stringere i denti e continuare a lavorare per andare conquistare una doppietta che sarebbe memorabile. Complimenti a tutti e alla via così!

Alessandro Bacci

Articoli correlati